039.8901530 info@cesvor.com

Valutazione rischio stress lavoro correlato

Cos'è la valutazione rischio stress lavoro correlato e come si può attuare in modo completo ed efficace

Valutazione rischio stress lavoro correlato: cos’è

Cos’è la valutazione del rischio stress lavoro correlato e quali sono gli elementi fondamentali

La valutazione del rischio stress è una valutazione dei rischi obbligatoria, secondo Il D.Lgs. 81/2008, che prende in considerazione anche rischi particolari tra cui quelli derivanti dallo stress lavoro-correlato, secondo i contenuti dell’Accordo europeo dell’8 ottobre 2004.

Burnout e altre conseguenze sulle persone

Tra le possibili conseguenze dello stress lavoro correlato per i lavoratori vi è il burnout, ovvero uno stato di logoramento psico-fisico dovuto all’impossibilità di scaricare lo stress accumulato.
Il burnout comporta frustrazione, insoddisfazione ed esaurimento emotivo. Il lavoratore tende ad assentarsi dal lavoro e a perdere interesse verso il proprio lavoro. Il burnout e lo stress non sono la stessa cosa, ma spesso lo stress tende a facilitare il burnout.

Fra le altre possibili conseguenze sulle persone si annotano infortuni, una diminuzione della salute fisica e mentale con la comparsa di diversi tipi di sintomi, una minore soddisfazione lavorativa. 

Stress da lavoro correlato: Conseguenze per l’organizzazione

Lo stress lavoro correlato porta i lavoratori ad avere problemi di salute fisica e mentale; sono numerose le patologie che possono derivare dallo stress, ad esempio a livello cardiaco, muscolo-scheletrico, alimentare, emozionale.

Questo conduce spesso al deterioramento delle prestazioni dei gruppi di lavoro o dell’organizzazione nel suo complesso. Oltre a una riduzione di produttività si potrebbe verificare un aumento dell’assenteismo e del tasso di turnover. problemi di qualità del prodotto o del servizio, un aumento degli infortuni (in azienda o in itinere), un deterioramento del clima aziendale. Sono numerose le possibili conseguenze sull’organizzazione.

Valutazione rischio stress e vantaggi per l’organizzazione

Al di là dell’obbligo, una corretta gestione del rischio stress lavoro correlato è una grande opportunità per le organizzazioni, che possono migliorare la prestazione, il benessere organizzativo, ridurre il ricambio di personale, l’assenteismo e gli errori, migliorare il clima organizzativo.

“Una corretta gestione del rischio stress lavoro correlato è una grande opportunità per le organizzazioni”

Stai cercando un servizio per la Valutazione del Rischio Stress per la tua Azienda?

Cesvor ha messo a punto un metodo completo ed efficace per la valutazione del rischio stress

“La valutazione del rischio stress lavoro correlato è obbligatoria e, in base alla normativa del d.lgs. 81/2008, dev’essere effettuata periodicamente”

Come si effettua una valutazione del rischio stress lavoro correlato

La valutazione del rischio stress lavoro correlato consiste in due fasi: una necessaria (valutazione preliminare) e l’altra eventuale, da attivare nel caso in cui la valutazione preliminare riveli elementi di rischio significativi.

Le buone prassi indicano che a tutto ciò occorra preventivamente una fase propedeutica, con lo scopo di preparare il contesto organizzativo a intraprendere in modo partecipativo ed efficace tale valutazione. Tale fase non è menzionata nella Circolare Ministeriale che riporta il livello minimo di ottemperanza, ma è citata in altri documenti quali il documento INAIL del 2017.

Valutazione preliminare del rischio stress lavoro-correlato (obbligatoria)

La valutazione del rischio prevede una valutazione preliminare del rischio stress, che consiste nell’analisi dei seguenti indicatori:
• Eventi sentinella (indicatori quali l’assenteismo, il tasso di infortuni, il ricambio di personale, ecc.)
• Fattori di contenuto del lavoro (che cosa può generare stress nel contenuto del lavoro?)
• Fattori di contesto del lavoro (che cosa può generare stress nel contesto organizzativo?)

Questa analsisi va fatta dopo avere definito i gruppi omogenei, cioè gruppi di personale a omogenea esposizione a fattori di stress da lavoro.

Aggiornamento del DVR (Documento di Valutazione del Rischio Stress Lavoro-Correlato) dopo una valutazione del rischio stress

Il datore di lavoro in seguito dovrà aggiornare il DVR (Documento di Valutazione dei Rischi) e prevedere un piano per monitorare lo stato del rischio stress lavoro correlato (SLC) negli anni successivi.

Interventi correttivi e valutazione approfondita del rischio stress lavoro correlato

Nel caso in cui dalla valutazione rischio stress siano evidenti fattori di rischio stress lavoro correlato, allora si pianificheranno e adotteranno degli interventi correttivi di tipo organizzativo, tecnico, procedurale.
Se gli interventi correttivi risultassero inefficaci, sarà necessaria una valutazione approfondita del rischio stress, tramite l’utilizzo di questionari, focus group, interviste semi-strutturate e altri strumenti.

In alternativa, come è stato successivamente chiarito, si può procedere direttamente a una valutazione approfondita prima di decidere quali interventi di miglioramento porre in atto.

Valutazione stress lavoro correlato: ogni quanto va effettuata?

La valutazione del rischio stress lavoro correlato è obbligatoria e, in base alla normativa del d.lgs. 81/2008, dev’essere effettuata periodicamente.
Ma ogni quanto è necessario ripetere la valutazione del rischio stress? Spetta al Datore di Lavoro tale decisione. Normalmente si indica che tale valutazione debba avvenire ogni due o tre anni (come nel documento INAIL), e in ogni caso di fronte a significativi cambiamenti che lascino ipotizzare una diversa esposizione ai fattori di stress, come modifiche al processo produttivo, all’organizzazione del lavoro.

Vi servono più informazioni?

La nostra esperienza è a vostra disposizione. Saremo in contatto con Voi entro 24 ore

 

Valutazione stress lavoro correlato 2020: gestione e valutazione rischi con il Metodo Cesvor

Una corretta gestione della valutazione dei rischi in azienda è fondamentale per preservare il benessere organizzativo ed evitare gravi problemi.

Per la valutazione preliminare del rischio stress scegli il metodo Cesvor

Cesvor ha messo a punto un protocollo per la valutazione preliminare del rischio stress basandosi sulle migliori prassi e in ottemperanza delle norme. Tale metodo è stato utilizzato presso numerose aziende, e alcuni articoli scientifici sono stati pubblicati sul metodo.

La Valutazione stress lavoro correlato INAIL 2017 è inclusa

Tutte le valutazioni con il metodo Cesvor includono anche il metodo INAIL 2017 per la valutazione e la gestione del rischio stress lavoro correlato. Tuttavia non si fermano alla valutazione INAIL, prendono in considerazione un numero maggiore di fattori e in modo più approfondito, con l’obiettivo di dare un valore aggiunto,  di fornire indicazioni concrete di miglioramento.

Il Metodo Cesvor è semplice, veloce ma allo stesso tempo efficace e rigoroso. Inoltre è adatto a ogni tipo di organizzazione (da poche unità fino a migliaia di dipendenti).

Vuoi saperne di più sul Metodo Cesvor?

Il Metodo Cesvor per la valutazione dei rischi preliminare

“Il Metodo Cesvor è semplice, veloce ma allo stesso tempo efficace e rigoroso. Inoltre è adatto a ogni tipo di organizzazione”